Meditazione guidata – Yoga Nidra

MEDITAZIONE GUIDATA – YOGA NIDRA

Lo stress è una reazione fisiologica normale e immediata alla pressione provocata da una tensione situazionale, fisica, mentale o emotiva. Non importa se si tratta di una minaccia reale o immaginaria. Lo stress può insinuarsi in lentamente o piombarci addosso all’improvviso e manifestarsi in entrambi i modi, palese o sottile. Lo stress si verifica quando una persona percepisce che le pretese nei suoi confronti, che variano dalla lieve irritazione al trauma più grave, superano le sue capacità di coping e le sue risorse. A volte riusciamo a gestire bene lo stress, a volte no. Lo stress viene avvertito ogni volta che ci sentiamo minacciati. L’eccesso di stress può provocare infelicità, malattia, pessime relazioni sociali, ansia, mancanza di energia e se non corretto per tempo si può arrivare a situazioni ben più gravi. Ogni persona reagisce agli stressori in maniera diversa, ciò che è esaltante per qualcuno, per qualcun’altra rappresenta una fonte enorme di stress e viceversa ed è per questo che dobbiamo trovare soluzioni per RILASSARCI.

L’obiettivo della meditazione è quello di riuscire a concentrare l’attenzione su noi stessi, seguendo percezioni, sensazioni, pensieri ed emozioni, o sull’ambiente esterno al fine di raggiungere un livello di maggior consapevolezza e di calma interiore.

Quali sono i benefici?

Questo tipo di percorso è adatto a tutti coloro che hanno difficoltà a gestire le proprie fonti di stress, ma anche a coloro che vogliono conoscere nuovi percorsi e tecniche di rilassamento e potenziamento, e imparando a gestirlo si avranno notevoli benefici:

  • Disattiva la risposta stress
  • Riduce gli ormoni dello stress
  • Regola la frequenza cardiaca
  • Rallenta la frequenza respiratoria
  • Diminuisce la tensione muscolare
  • Aumenta il flusso sanguigno
  • Riduce l’affaticamento
  • Aumenta l’energia
  • La digestione avviene regolarmente
  • Si crea una sensazione di calma
  • Il processo di invecchiamento rallenta
  • L’ansia diminuisce
  • La qualità del sonno migliora
  • Felicità e soddisfazione aumentano

Come iniziare a meditare

Il praticante, indossati indumenti comodi, necessita innanzitutto di un luogo tranquillo, che gli conceda la possibilità di concentrarsi senza interruzioni. Il silenzio non è necessariamente un requisito; includere all’interno della propria consapevolezza un rumore in sottofondo e porre attenzione a quelli occasionali può diventare parte della nostra pratica di meditazione.
Buona norma è stabilire, prima di cominciare, il tempo che dedicheremo alla nostra pratica. Sebbene i praticanti esperti consiglino due sessioni quotidiane da venti minuti, è possibile cominciare con una seduta al giorno da cinque minuti.

Ogni incontro ha una durata di 90 minuti

Cura e trattamento mal di schiena a Novara.

trattamento mal di schiena Novara Oleggio Benefit

L’80% degIi italiani ne ha sofferto almeno una volta nella vita e costituiscono la seconda causa di assenza dal lavoro: sono i fastidiosi e dolorosi problemi di schiena in continuo aumento a causa di stress, vita sedentaria, posizioni scorrette e che incidono sulla qualità della vita.

Molte persone lo trascurano dando la colpa al naturale processo d’invecchiamento, invece non bisogna mai imparare a conviverci, ma occorre capire quali sono le cause per intervenire. Anche perché a volte i problemi alla schiena, se accompagnati da malessere generale e da perdita di peso, possono essere la spia di qualcosa di più grave.

Le cause del mal di schiena

Le cause dei problemi alla schiena sono numerose e possono derivare dalla struttura ossea o da quella muscolare. Tra le cause ossee, la più comune è l’artrosi quando le articolazioni, usurate dall’età, vanno incontro a degenerazione. Tra quelle muscolari le cause dipendono molto dallo stress e dalle posture errate che fanno contrarre i muscoli.

Poi abbiamo i vari tipi di ernie provocate dallo scivolamento dei dischi. A volte, per risolvere i problemi causati dai tipi di ernie, è necessario intervenire chirurgicamente.

Tipi di mal di schiena

Lombalgia, lombosacralgia (dolore in corrispondenza dell’osso sacro), lombosciatalgia (il dolore interessa anche i glutei e gli arti inferiori) sono i problemi alla schiena più comuni e frequenti. Anche la cervicalgia (dolore alla cervicale) sta guadagnando terreno “aiutata” dall’uso di PC e smartphone. Questa assume rilevanza quando, oltre alla parziale rotazione del collo dovuta a blocco, si accompagna da vertigine, ronzio auricolare, giramenti di testa, nausea. La nevralgia cervico-brachiale invece provoca dolore alla nuca e al braccio.

Quest’ultima e la cervicalgia possono essere curate e prevenute correggendo le posture scorrette. Infine c’è il famoso “colpo della strega” dovuto ad uno sforzo improvviso o a un colpo di freddo altrettanto improvviso. Per questo tipo di mal di schiena risultano utili antinfiammatori e massaggi.

Trattamento al mal di schiena

Una visita medica accompagnata da esami diagnostici è necessaria per capire le cause e quindi iniziare una cura ad hoc anche per evitare future ricadute che nel mal di schiena sono abbastanza frequenti.

Assume così molta importanza imparare a fare prevenzione: rinforzamento della muscolatura addominale e paravertebrale, abitudine a una postura corretta da sdraiati, seduti e anche stando in piedi e alla guida, movimenti corretti nel portare e sollevare pesi. In primis il trattamento migliore è il riposo a letto che però non va protratto per oltre due giorni. Il freddo e il caldo sono i rimedi antichi, ma molto efficaci: il ghiaccio va posto subito all’insorgere del dolore, ma per il dolore muscolare è meglio usare il calore (termoforo, borsa dell’acqua calda, sciarpe di lana).

L’assunzione di farmaci come i miorilassanti capaci di sciogliere i muscoli o gli antidolorifici devono essere sempre usati sotto controllo medico con ricetta relativa perché possono provocare disturbi gastrici. Anche l’attività fisica specifica come ad esempio il pancafit, l’intervento di specialisti (osteopata, chiropratico, fisioterapista) o di macchinari (le tens) risultano essere tutti strumenti utili dopo l’individuazione corretta delle cause.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Flessuosità e armonia? Ecco come fare

[et_pb_section bb_built=”1″][et_pb_row][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text _builder_version=”3.16.1″]

Esercizi da praticare in casa per il Mal di schiena?

Ne soffre di mal di schiena, soprattutto chi passa molte ore seduto alla scrivania, rinunciando spesso allo sport e al movimento, danneggiando la flessuosità della schiena.
Sconfiggerlo è difficile, ma per alleviare il dolore ed evitare si riaffacci di nuovo in futuro le soluzioni ci sono.

È quel disturbo chiamato genericamente “mal di schiena”, che è poi il più diffuso tra le malattie lavoro-correlate, tra le cause, oltre alle cattive posizioni mantenute a lungo: le tensioni, le contratture muscolari, le distorsioni vertebrali, i problemi articolari.

Con la pratica costante dello YOGA si possono ottenere benefici tangibili.

Una posizione, in particolare, è particolarmente efficace nel ridurre la curvatura errata della schiena fino al 50 %. Si tratta della “Vasisthasana”, o “posizione dell’asse laterale’, la quale consiste nel sostenere tutto il peso con l’esterno del piede sinistro e con la mano sinistra, mantenendo il corpo rivolto lateralmente e il busto teso.

[/et_pb_text][et_pb_cta _builder_version=”3.16.1″ button_text=”RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA” button_url=”/contatti/” use_background_color=”off” custom_button=”on” button_text_color=”#ffffff” button_bg_color=”#50ba00″ button_border_radius=”60″ button_use_icon=”off” button_alignment=”center” button_border_width=”10″ button_border_color=”#50ba00″ button_text_size__hover_enabled=”off” button_text_size__hover=”null” button_one_text_size__hover_enabled=”off” button_one_text_size__hover=”null” button_two_text_size__hover_enabled=”off” button_two_text_size__hover=”null” button_text_color__hover_enabled=”on” button_text_color__hover=”#ffffff” button_one_text_color__hover_enabled=”off” button_one_text_color__hover=”null” button_two_text_color__hover_enabled=”off” button_two_text_color__hover=”null” button_border_width__hover_enabled=”off” button_border_width__hover=”null” button_one_border_width__hover_enabled=”off” button_one_border_width__hover=”null” button_two_border_width__hover_enabled=”off” button_two_border_width__hover=”null” button_border_color__hover_enabled=”on” button_border_color__hover=”rgba(80,186,0,0.7)” button_one_border_color__hover_enabled=”off” button_one_border_color__hover=”null” button_two_border_color__hover_enabled=”off” button_two_border_color__hover=”null” button_border_radius__hover_enabled=”on” button_border_radius__hover=”60″ button_one_border_radius__hover_enabled=”off” button_one_border_radius__hover=”null” button_two_border_radius__hover_enabled=”off” button_two_border_radius__hover=”null” button_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_letter_spacing__hover=”null” button_one_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_one_letter_spacing__hover=”null” button_two_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_two_letter_spacing__hover=”null” button_bg_color__hover_enabled=”on” button_bg_color__hover=”rgba(80,186,0,0.7)” button_one_bg_color__hover_enabled=”off” button_one_bg_color__hover=”null” button_two_bg_color__hover_enabled=”off” button_two_bg_color__hover=”null” saved_tabs=”all” global_module=”761″ /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]