Skip to content

Ritrova il Benessere con la ginnastica posturale a Novara

[et_pb_section bb_built=”1″][et_pb_row][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text _builder_version=”3.19.15″]

Una corretta postura è la partenza per evitare e curare dolori ossei, articolari e muscolari.

L’uso di smartphone, tablet e postazioni al PC non aiuta di certo a possedere e a mantenere una corretta postura della schiena, primo passo per evitare dolori ossei, articolari e muscolari. Se poi, oltre a queste, si aggiungono artrosi, incidenti, guida protratta nel tempo e posture errate e prolungate per motivi lavorativi, si può capire come mai una buona percentuale della popolazione soffra di disturbi posturali che possono incidere negativamente sulla qualità della vita.

C’è però un metodo, sviluppato da una fisioterapista francese in tempi non sospetti quando tablet, PC e smartphone non esistevano, ma le persone erano afflitte comunque da dolori legati alle posture scorrette: è il “Metodo Mézières” che prende il nome proprio dalla specialista Françoise Mézières (1909-1991) e che con gli anni ha fatto scuola.

Osservando, studiando e curando

Una paziente che presentava un’importante cifosi ed una periartrite scapolo-omerale bilaterale, la terapista si accorse che i metodi usati fino a quel momento non erano sufficienti a risolvere patologie complesse anche di tipo posturale.

Gli elementi che possono influenzare la postura sono diversi: il sistema masticatorio, visivo, scheletrico, muscolare, neurologico. La postura è quindi un sistema complesso dove ogni sistema semplice che lo compone, è in grado, utilizzando la muscolatura, di modificarla.

Così Françoise Mézières ha evidenziato quattro catene muscolari poiché ogni muscolo del corpo è collegato all’altro: catena posteriore, catena antero-interiore, catena brachiale anteriore, catena anteriore del collo. Attraverso esercizi mirati all’allungamento di queste catene muscolari, specialmente quelle posteriori, la funzione di ciascuna articolazione può essere completamente recuperata.

Il Metodo Mézières

Viene applicato con successo dal team di Oleggio Benefit,  in particolare è indicato per normalizzare tutti i problemi osteo-muscolari-articolari nelle patologie funzionali come lombalgie, cervicalgie, lombo sciatalgie, periartrite scapolo omerale, sindrome dello stretto toracico superiore, iperlordosi, ipercifosi, ginocchia valghe ecc. Inoltre è indicato per gli sportivi per la prevenzione di contratture, stiramenti, strappi e tendiniti.

La rieducazione posturale della schiena ha lo scopo quindi di allentare le tensioni muscolari e di ridare la lunghezza originale ai muscoli attraverso esercizi che facilitino l’allungamento delle catene. Ciò avviene con posizioni particolari che esercitino una trazione continua e simultanea alle estremità delle catene muscolari ed impedendo, nel limite del possibile, le compensazioni e gli adattamenti posturali.

Queste posizioni particolari devono essere mantenute con rigore e per un tempo abbastanza lungo e abbinate ad un lavoro costante di espirazione. L’espirazione consente infatti l’allungamento del diaframma molto importante per la statica. L’allungamento prolungato della muscolatura porterà ad un allungamento che non ritorna nella posizione iniziale (fluage) facendo sentire ai pazienti la sensazione di uno stretching prolungato.

La rieducazione posturale col Metodo Mézières

Non è una semplice ginnastica dolce, ma un lavoro posturale correttivo impegnativo sul piano fisico e psicologico sia per il terapista che per il paziente, ma quest’ultimo, al termine della seduta avrà avvertito un sollievo importante non soltanto lungo il punto trattato, ma anche nei distretti più lontani.  

[/et_pb_text][et_pb_cta _builder_version=”3.16.1″ button_text=”RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA” button_url=”/contatti/” use_background_color=”off” custom_button=”on” button_text_color=”#ffffff” button_bg_color=”#50ba00″ button_border_radius=”60″ button_use_icon=”off” button_alignment=”center” button_border_width=”10″ button_border_color=”#50ba00″ button_text_size__hover_enabled=”off” button_text_size__hover=”null” button_one_text_size__hover_enabled=”off” button_one_text_size__hover=”null” button_two_text_size__hover_enabled=”off” button_two_text_size__hover=”null” button_text_color__hover_enabled=”on” button_text_color__hover=”#ffffff” button_one_text_color__hover_enabled=”off” button_one_text_color__hover=”null” button_two_text_color__hover_enabled=”off” button_two_text_color__hover=”null” button_border_width__hover_enabled=”off” button_border_width__hover=”null” button_one_border_width__hover_enabled=”off” button_one_border_width__hover=”null” button_two_border_width__hover_enabled=”off” button_two_border_width__hover=”null” button_border_color__hover_enabled=”on” button_border_color__hover=”rgba(80,186,0,0.7)” button_one_border_color__hover_enabled=”off” button_one_border_color__hover=”null” button_two_border_color__hover_enabled=”off” button_two_border_color__hover=”null” button_border_radius__hover_enabled=”on” button_border_radius__hover=”60″ button_one_border_radius__hover_enabled=”off” button_one_border_radius__hover=”null” button_two_border_radius__hover_enabled=”off” button_two_border_radius__hover=”null” button_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_letter_spacing__hover=”null” button_one_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_one_letter_spacing__hover=”null” button_two_letter_spacing__hover_enabled=”off” button_two_letter_spacing__hover=”null” button_bg_color__hover_enabled=”on” button_bg_color__hover=”rgba(80,186,0,0.7)” button_one_bg_color__hover_enabled=”off” button_one_bg_color__hover=”null” button_two_bg_color__hover_enabled=”off” button_two_bg_color__hover=”null” saved_tabs=”all” global_module=”761″ /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Related News

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *