Il legame tra dolori ed emozioni

il legame tra dolori ed emozioni

Il legame tra dolori ed emozioni

Spesso ci capita di avere dei dolori che non solo non sappiamo da dove sono arrivati, ma che non vanno via più, si cronicizzano.

La psicologa Susanne Babbel, specializzata in traumi e depressione, dice che, attraverso la rivista Psychology Today, che alcuni studi hanno dimostrato che i dolori non sono solo di origine traumatica dovuti a qualche lesione fisica, ma anche di origine emotiva.

Questo vuol dire che, quando compare un dolore e diventa cronico, bisogna lavorarci anche a livello emotivo, perché la nostra mente, durante eventi negativi della nostra vita che non abbiamo risolto, ha somatizzato nel corpo l’emozione che è scaturita da quell’evento.

Qui di seguito possiamo trovare quello che la Dottoressa Babbel ha spiegato.

Mal di testa
Il mal di testa limita il processo decisionale e questo vi causa ansia e stress. Forse vi capita di essere colti da emicrania proprio quando state per prendere una decisione. A questo punto è il momento di dedicarci al relax e a qualche attività piacevole che possa alleviare la tensione.

Mal di denti
Forse le altre persone attorno a voi stanno prendendo delle decisioni che non tollerate e che potrebbero essere contrarie al vostro modo di pensare. Sarebbe meglio discuterne e chiarire.

Dolore al collo/cervicale
Il dolore al collo è indice di difficoltà a perdonare noi stessi e gli altri. Dovremmo provare a provare maggiore empatia e affetto sia per noi che per gli altri. Così perdonare sarà più semplice.

Dolore alle spalle
Significa che sulle vostre spalle state trasportando un grande carico emotivo. Provate a concentrarvi meglio per risolvere i vostri problemi uno alla volta e anche a condividere questo peso con le altre persone che avete a fianco nella vita.

Dolore alla parte alta della schiena
Il dolore nella parte superiore della schiena indica che avete bisogno di un supporto emotivo. Forse avete l’impressione che nessuno vi voglia bene. Cogliete l’occasione per incontrare persone nuove, ma soprattutto esprimete liberamente ciò che provate.

Dolore alla parte bassa della schiena
Questa zona è collegata alle finanze. Indica una certa preoccupazione per il denaro, un po’ scarso in questo momento, ma anche una sensazione di vuoto emotivo. C’è bisogno di pianificare meglio le proprie risorse economiche, magari con l’aiuto di un esperto, oppure di chiedere un aumento. Non abbiate paura a chiedere aiuto.

Dolore ai gomiti
Chi prova dolore in questa zona ha difficoltà a accogliere il cambiamento e resiste ad esso. Se si prova un senso di rigidità è probabile che si abbia un atteggiamento rigido nella propria vita. Forse è il momento di osare e di muoversi verso le novità o almeno di liberarsi per provare nuove strade.

Dolore alle mani
Con le mani ci si connette alle persone. Un dolore in questa zona indica che la persona si sta isolando troppo e si è in uno stato di solitudine. Proviamo ad aprirci agli altri e a dare loro una mano nel momento del bisogno.

Dolore allo stomaco
Abbiamo mal di stomaco quando non abbiamo digerito un pasto, ma anche quando non abbiamo digerito una situazione spiacevole della nostra vita che proprio non ci è andata giù. Un percorso per la gestione della rabbia è una soluzione efficace al problema.

Dolore alle anche/fianchi
Il dolore all’anca e ai fianchi può essere un segno di resistenza al cambiamento e al movimento. Può anche indicare una eccessiva timore nel prendere decisioni. Forse in questo momento avete bisogno di supporto per affrontare meglio la vita.

Dolore al coccige/osso sacro
Forse in questo momento avete una questione importante da affrontare che state rimandando in continuazione. Meglio esaminarla fino in fondo e andare alla ricerca della soluzione. Non potete restare seduti sugli allori, è ora di muovervi!

Dolore alle ginocchia
Questo dolore ha diversi significati: indica che non siamo pronti a piegarci per andare incontro alle esigenze degli altri e che non riusciamo ad accettare le cose per come sono mentre invece dovremmo imparare a farlo. Inoltre è manifestazione di un grande ego. Bisogna ricordare che siamo tutti esseri umani, con le nostre imperfezioni e peculiarità e che è necessario essere umili.

Dolore alla caviglia
Ci stiamo privando del piacere. Non ci concediamo mai un momento di puro svago e di divertimento. Dovremmo imparare ad essere molto più indulgenti con noi stessi.

Dolore ai piedi
Il mal di piedi potrebbe essere legato ad uno stato di depressione. Per scoprirlo dobbiamo impegnarci ad analizzare meglio noi stessi e le nostre emozioni. La mindfulness è un ottimo aiuto per uscire da questo stato.

Alluce valgo
Il nostro alluce ci sta dicendo che non stiamo vivendo con felicità le esperienze della vita. L’ideale sarebbe intraprendere un percorso di consapevolezza emozionale.

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se invece hai qualche dubbio e non sai dove sbattere la testa esenti di aver bisogno di una mano, allora contattami pure, CLICCA QUI

Puoi approfondire altri argomenti, ad esempio dando un’occhiata a il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

LE 5 FERITE DELL’INFANZIA

LE 5 FERITE DELL’INFANZIA

I problemi che abbiamo vissuto durante l’infanzia predicono come sarà la qualità della nostra vita da adulti e come affronteremo le avversità.

Potranno perfino influire sul modo di agire che un domani i nostri figli adotteranno. In qualche modo, a partire da queste ferite emotive o esperienze dolorose dell’infanzia, plasmeremo una parte della nostra personalità. Vediamo di seguito quali sono le cinque ferite emotive secondo Lise Bourbeau….

La paura dell’abbandono

La solitudine è il peggior nemico di chi ha vissuto l’abbandono durante l’infanzia. Ci sarà una costante attenzione alla carenza, che porterà chi ne ha sofferto ad abbandonare il suo partner o i suoi progetti quando ancora è presto, per paura di essere loro stessi quelli che verranno abbandonati. È una sorta di “ti lascio prima che sia tu a lasciare me”, “nessuno mi appoggia, non posso sopportare tutto questo”, “se vai via, non tornare”…

Le persone che hanno vissuto esperienze di abbandono durante l’infanzia, dovranno lavorare sulla loro paura della solitudine, sul timore di essere rifiutati e sulle barriere invisibili del contatto fisico. Le ferite causate dall’abbandono non sono facili da curare. Sarete voi stessi a prendere coscienza di quando le ferite inizieranno a rimarginarsi e quando il timore dei momenti di solitudine sparirà e sarà sostituito da un dialogo interiore positivo e speranzoso.

La paura del rifiuto

Essendo una ferita molto profonda, implica il rifiuto interiore. Con interiore ci riferiamo a ciò che abbiamo vissuto, ai nostri pensieri e ai nostri sentimenti.

Quando appare, può influire su molteplici fattori, come il rifiuto dei genitori, della famiglia o di se stessi. Genera sentimenti di rifiuto, pensieri negativi, come quello di non essere desiderati e porta alla svalutazione di se stessi.

Bimbo solo

La persona che soffre questa dolorosa esperienza sente di non meritare l’affetto né la comprensione di nessuno e si isola nel suo vuoto interiore per paura di essere rifiutato. È probabile che, se avete sofferto di questi problemi durante l’infanzia, sarete persone “sfuggenti”. Per questo motivo, è indispensabile lavorare sul proprio timore, sulle proprie paure interiori e sulle situazioni che generano panico.

Se si tratta del vostro caso, pensate a voi stessi, rischiate e prendete decisioni per voi stessi. Vi disturberà sempre meno il fatto che la gente si allontani e non la prenderete sul personale se, a volte, si dimenticheranno di voi.

L’umiliazione

Questa ferita si genera quando in diversi momenti sentiamo che gli altri disapprovano ciò che facciamo e ci criticano. Potreste anche generare questo problema nei vostri figli dicendo loro che sono maleducati, pesanti e cattivi, così come se esponete i loro problemi davanti agli altri: questo distrugge l’autostima infantile.

In questo modo, il tipo di personalità che si genera con frequenza è una personalità dipendente. Potreste aver assunto un atteggiamento da “tiranni” ed egoisti come meccanismo di difesa, e potreste arrivare ad umiliare gli altri come scudo per proteggere voi stessi.

Se avete vissuto queste esperienze, dovrete lavorare sulla vostra indipendenza, sulla vostra libertà, sulla comprensione delle vostre necessità e dei vostri timori, così come sulle vostre priorità.

Il tradimento e la paura di fidarsi

Questi sentimenti sorgono quando un bambino si è sentito tradito, specialmente da uno dei suoi genitori, che non ha rispettato le promesse fatte. Questo fa sì che la sfiducia che deriva da questo problema, possa trasformarsi in invidia e in altri sentimenti negativi, come la sensazione di non meritare le cose promesse o ciò che gli altri hanno.

Aver sofferto di questi problemi durante l’infanzia crea persone sospettose e che vogliono sempre tenersi tutto stretto. Se durante la vostra infanzia avete sofferto una situazione simile, è probabile che avvertiate la necessità di esercitare un certo controllo sugli altri, che si giustifica solitamente con un carattere forte.

Queste persone confermano i loro errori per il modo in cui agiscono. Hanno bisogno di lavorare sulla pazienza, sulla tolleranza e sul saper vivere, come sull’imparare a stare soli.

L’ingiustizia

Ha origine nei contesti in cui le persone che si occupano dei bambini sono fredde ed autoritarie. Durante l’infanzia, le esigenze esagerate e che passano i limiti generano sentimenti di inefficienza e di inutilità, tanto quando si è bambini come quando si è adulti.

La conseguenza diretta sulla condotta di chi ne ha sofferto sarà la rigidità, poiché queste persone cercheranno di essere molto importanti e di acquisire molto potere. È probabile, inoltre, che si sia creato un fanatismo per l’ordine e per il perfezionismo, così come l’incapacità di essere sicuri delle decisioni che si prenderanno.

Bisogna lavorare sulla sfiducia e sulla rigidità mentale, cercando di essere il più flessibili possibile e cercando di credere negli altri.

Adesso che conoscete le cinque ferite dell’anima che possono influenzare il vostro benessere, la vostra salute e la vostra capacità di svilupparvi come persone, avete uno spunto per cominciare a guarirle.

tratto da Le 5 ferite e come guarirle di Lise Bourbeau

LE 5 FERITE DELL’INFANZIA

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

LE 5 FERITE DELL’INFANZIA

ANAHATA IL CHAKRA DEL CUORE

Anahata il Chakra del Cuore

Il vostro compito non è cercare l’amore, ma semplicemente cercare e trovare dentro di voi tutte le barriere che avete costruito contro di Esso. – Rumi –

Nel mondo maschile e duro di oggi si dà troppa poca enfasi alla tenerezza, e questo è vero nei corsi di yoga come ovunque. Il terzo Chakra usa lo sforzo e la forza per spingere e arrivare a nuovi livelli. Il quarto Chakra si sposta dal fare all’essere, dallo sforzo all’abbandono, dalla forza muscolare a una duttile tenerezza.
Questo diventare più morbidi apre le porte del cuore.

Potrebbe voler dire rendere più morbido il corpo, o il respiro, ma riguarda anche ammorbidire i propri giudizi o il nostro atteggiamento verso una persona o una situazione. La prossima volta che vi trovate ad avere un atteggiamento duro con qualcuno, provate ad ammorbidire la vostra posizione e cosa succede. La morbidezza permette alle cose di unirsi, di combinare insieme i propri margini. Invita all’apertura, alla connessione, all’accettazione.

Al centro del nucleo

Il chakra Anahata vi porta esattamente al centro del vostro nucleo. È la congiunzione, il passaggio, il ponte tra i primi tre chakra e gli ultimi tre. All’interno del nostro spazio sacro gioiello del chakra del cuore, l’amato dentro di noi, i cui insegnamenti sempre riguardano l’amore.

Aprire il cuore porta espansione e gioia, grazie ad un senso profondo di amore universale e di unione a tutto ciò che è. In quanto a cuore del sistema dei chakra, questo Chakra integra tutto ciò che voi siete, portandovi ancora un passo più vicini significato essenziale di yoga come unione.

L’amore è uno stato naturale dell’essere, non solo all’interno del vostro tempio interiore, ma in tutta la creazione: miriade di relazioni interconnesse, che scambiano energia e informazioni, i cantano insieme, vibrano insieme, brillano insieme.

Eppure, anche se l’amore è la forza universale che connette e guarisce, noi contemporaneamente lo desideriamo e ne abbiamo paura, questo crea dei blocchi nel nostro cuore. Aprire il chakra del cuore rompe la costrizione di questo conflitto e spalanca la via della gioia estatica, della tenera compassione e dell’intimità profonda con la propria interiorità, e quella altrui.

Crea lo spazio

Quando creiamo spazi e noi stessi, come anche nella nostra vita abbiamo la possibilità di entrare davvero nel nostro cuore. Spazio può significare tempo libero, pace e quiete, rilassamento nel corpo, o uno spazio fisico che si espande, come quando siamo all’aperto.

Come Rumi suggerisce nella citazione riportata all’inizio di questo articolo, la chiave per trovare l’amore è la rimozione delle barriere Abbiamo costruito per impedire di aprirci all’amore. Le ragioni di queste difese sono molte: ferite e tradimenti nel passato, ferite nell’infanzia squisita sensibilità, e conseguente potenziale sofferenza, di un centro che contiene proprio l’essenza del nostro nucleo profondo e la forza unificante della vita.

Aprire il cuore abbassare queste difese sperimentare l’amore che è lo stato naturale del nostro essere. Sfortunatamente, le difese si collegano direttamente al nostro corpo e diventano un’armatura permanente. Così si irrigidiscono la parte alta della schiena, il petto e le spalle. L’armatura costringe il respiro e può persino accorciare il tessuto connettivo dei muscoli della parte anteriore del corpo, con la conseguenza ti portare avanti le spalle e far collassare il petto. Poi diventa più difficile respirare e allineare la postura, il cuore si sente impoverito.

Aprire il chakra del cuore implica abbassare le difese inventare per sperimentare l’amore, che è lo stato naturale del nostro essere. – Anodea Judith

Quando il chakra del cuore è bloccato, le persone sperimentano una sorta di pressione nel petto, come se qualcuno vi premesse contro. Il tessuto attorno all’area può essere dolente o sensibile al tatto tutto a livello dello sterno. Le spalle possono arrotondarsi in avanti per protezione ho la zona del cuore può collassare per mancanza di energia, indicando una carenza del quarto chakra. Oppure il petto può essere irrigidito in una posa rigonfia, come quella di un militare, che può rendere difficile l’espirazione completa, il che a sua volta rende più complicato rilassarsi o cedere.

Meditazione e Yoga per sbloccare il chakra

La meditazione e lo yoga per il quarto chakra cercano di porre rimedio a questa sorta di corazza nel cuore facendo aprire il petto e la parte alta della schiena e lavorando con il respiro. Come risultato si ha maggior spazio nel tempio interiore, più libertà e rilassamento nel petto e nelle spalle, più morbidezza è più spazio per lo stato naturale di amore e di gioia. In questo modo l’energia sottile che viene attivata nel terzo Chakra può espandersi nel quarto, oltrepassando nei confini e dissolvendo pian piano fiere tra interno ed esterno.

Ricapitolando, il quarto chakra ha diversi compiti:
. A risalire l’energia dei Chakra inferiori fino al cuore.
. Abbandonare la vostra testa e portare l’energia del Chakra Superiore in basso verso il cuore.
. Usare il respiro in modo da abbandonarvi e potervi espandere a partire dal cuore.
. Rimanere centrati in voi stessi mentre vi aprite alla radiosa estasi dell’amore.

Anahata il Chakra del Cuore

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

Anahata il Chakra del Cuore

L’OROSCOPO DI HALLOWEEN

L'OROSCOPO DI HALLOWEEN

L’oroscopo di Halloween

IL 31 Ottobre è Halloween.

Anticamente veniva chiamato Samhain, il capodanno celtico, anche detto “festa delle ombre”. E’ un momento in cui ogni ciclo può essere chiuso e lasciato andare definitivamente.

E’ un momento il cui il mondo fisico si connette direttamente a quello invisibile. E’ un momento in cui il varco fra materia ed energia viene aperto. Gli spiriti e i disincarnati si avvicinano a noi per comunicare.Favorisce la morte di una parte di noi e la trasformazione della realtà che viviamo.

Cosa dicono gli astri su questo 31 ottobre 2021? Come viverlo al meglio seguendo i transiti planetari?

Ok. Tutto inizia con la paura. E’ fondamentale che la contattiamo, è fondamentale onorarla e accoglierla nella nostra coscienza. La Paura.

La tradizione millenaria accompagna questa festa con maschere, mostri e scherzi, proprio perche la paura è cio che serve per iniziare la transizione.

Di cosa abbiamo paura davvero? Qual’è il mostro interiore che ci tiene in pugno? Cos’è realmente quel buio in cui abbiamo nascosto ciò che temiamo?

La paura è profondamente legata al mistero che è nascosto dietro il mondo che percepiamo. Cos’è che detiene potere su di noi? Cosa c’è dietro la densità materiale che sentiamo che ci domina e ci schiaccia? Cos’è questa paura di essere sovrastati da un realtà così immutabile e pesante? Perchè questo senso di impotenza di fronte alla struttura della materia e alle sue leggi incantenanti?

Il Sole in Scorpione è quadrato a Saturno. Sottomessi al mondo, lo vediamo enorme e in parte terrificante. Più ci ribelliamo più ci incateniamo. Più cerchiamo di controllarlo e più veniamo stretti nella sua morsa.

🌱Nessuna delle due strade porta alla soluzione: sia rivoluzionari che reazionari, siamo sempre schiavi impauriti. A dicembre Saturno quadrerà Urano e davvero ci divideremo in due… ma questa è un altra storia.

Adesso è Halloween e abbiamo un grande vantaggio: dentro questa paura viene custodito infatti un antico segreto. Dentro la paura dimora la chiave della “magia”. La paura esista solo al di qua di quella “porta” che può essere varcata ADESSO.

Quella porta divide due mondi. Al di qua c’è un Re del Mondo che ci domina. Più ci avviciniamo a quella porta più incontriamo esseri guardiani, emozioni nascoste che emergono e che ci impauriscono ulteriormente. Sono spauracchi.

Tutto cambierà se varchiamo la porta

🧡 Tutto cambierà se varchiamo la porta.”Al di la” ci aspetta la verità.”Al di la” ci aspetta un contatto. L’immateriale e sottile essenza che esiste “DIETRO” la materia può essere ora più facilmente contattata…. e in tantissimi modi. Ognuno ha un suo canale preferenziale, diverso per ognuno.

Ci basterà sfiorarla per sentire lo Spirito di Amore che tutto può, e di cui la nostra anima è servitrice e cocreatrice insieme, sentire le SUE trame che trasformano e sostanziano la manifestazione….Al di la c’è la nostra connessione con l’invisibile, ed Esso è Amore e Spirito, e lo spirito domina la materia. Al di la c’è cio che di noi non potrà mai morire, ed Esso è Amore e Spirito, e lo spirito domina il mondo.

🧡 💚Per andare “al di la” dobbiamo lasciare andare tutto, recidere ogni attaccamento a maschere e possesso, materiale e affettivo, e lasciare morire la paura stessa di perdere.🧡💚Dobbiamo lasciare andare il bisogno di controllare la materia: il potere è il contrario del controllo.

🌱 Il potere vero è Amore senza attaccamento e senza fini personali, è affidamento alla Fonte. E’ fede. Possiamo abbandonare il timone che vuole affrontare disperatamente il mondo brancolando nel buio. Possiamo affidare quel timone all’Essere Superiore che regna Veramente nei cieli e sulla terra e diventare improvvisamente, per un momento… canali del Suo Potere.

La Paura si trasformerà in Magia di Amore, essenza del segno Scorpione. La magia trasforma il Mondo e la nostra vita.

Buona Festa di Halloween ♏

L’oroscopo di Halloween

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Vuoi eliminare ANSIA E STRESS? allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

L’oroscopo di Halloween

LA MUSICA CHE INFLUENZA L’UMORE

LA MUSICA CHE INFLUENZA L'UMORE

LA MUSICA CHE INFLUENZA L’UMORE

La musica cambia il nostro umore in diversi modi: essa fa confluire l’umore verso precisi stati d’animo e genera diversi sentimenti. Musica e umore, da sempre è il binomio che accompagna la nostra esistenza.
Una melodia ci fa rivivere emozioni, momenti del nostro passato; le sue vibrazioni hanno accesso diretto alle nostre emozioni.
Queste caratteristiche rendono la musica uno degli strumenti principali per stuzzicare i nostri stati d’animo. Una ricerca sulla psicologia della musica eseguita da Saarikallio e Erkkila (2007), ha analizzato i modi in cui le persone utilizzano la musica per controllare e migliorare il loro stato d’animo intervistando otto adolescenti della Finlandia.
Sebbene questo gruppo di persone risulti molto piccolo e specifico, in realtà, ha permesso di stilare una lista veramente utile su come i brani musicali abbiano delle funzioni sul nostro umore e svolgano anche una funzione di strategie da seguire.
Vediamo i risultati.

Intrattenimento

La musica stimola la mente. Possiamo sollevare l’umore ascoltando brani prima di uscire, per passare il tempo, mentre stendiamo il bucato o facciamo dei lavori. Ci accompagna nei viaggi, mentre leggiamo o navighiamo sul web.

Rivitalizzante
Ci rivitalizza il mattino e ci può calmare la sera.

Crea forti sensazioni
Ci può fornire profonde, emozionanti esperienze emotive, in particolare durante un’esecuzione dal vivo.

Diversivo
Distoglie la nostra mente dai pensieri spiacevoli, quando ci sentiamo affranti, tristi o arrabbiati è sempre meglio riempire il silenzio ascoltando qualcosa che ci faccia sentire meglio! E a maggior ragione quando veniamo presi dalla noia.

Scarico
Proprio come uno scarico del bagno! Le le sue vibrazioni ci liberano, puliscono, eliminano sensazioni cattive.

Lavoro mentale
Incoraggia a sognare ad occhi aperti, ci fa scivolare in vecchi ricordi, ci fa esplorare il passato.

Conforto
Crea emozioni comuni, esperienze condivise, una connessione a qualcuno che si è perso.
Queste sette strategie mirano tutte a due obiettivi: controllare e migliorare l’umore. La bellezza della musica è che può realizzare più di un obiettivo alla volta. Una musica vivace, allegra, può rivelarsi come un vero e proprio diversivo, qualcosa che ci renda divertiti e rivitalizzati. La musica soul, specialmente quando ci sentiamo tristi, è in grado di fornire un buon sollievo, incoraggiare il lavoro mentale e le emozioni di scarico. Di esempi se ne potrebbero trovare un’infinità!

La musica come terapia anti depressione e non solo
Sono stati molti i risultati ottenuti da Saarikallio e Erkkila. Per esempio, si dimostra come la distrazione sia considerata una delle strategie più efficaci per regolare l’umoreLa musica è usata come terapia anti depressione . Alla musica è stata data anche  una forte capacità di creare degli stati riflettenti, ovvero la tendenza di vederci in maniera distaccata e permetterci una maggiore comprensione delle nostre emozioni.
Esiste però anche un collegamento negativo che Saarikallio e Erkkila considerano a proposito della musica; infatti la musica triste potrebbe promuovere elucubrazioni mentali. L’elucubrazione è uno stato emotivo che, ironia della sorte, può portare a pensieri talmente meticolosi da portare a un eccessivo ragionamento contorto.
Tuttavia, Saarikallio e Erkkila  hanno scoperto che la musica aumenta la comprensione dei sentimenti, e ci permette di capire che cosa sono le emozioni che proviamo durante l’ascolto.

Ora voglio dedicarvi una splendida canzone di Simon & Garfunkel “The Sound of Silence”.
Ascoltatela e mi piacerebbe sapere che sensazioni vi fa sentire….Scrivetemi, aspetto i vostri commenti!

Ma ancora non ho finito!

Ho stilato una lista di 10 brani musicali che potranno aiutarti a cambiare il tuo umore in positivo e potrai anche scaricare il file audio.

Intanto puoi dare un’occhiata alla lista dei brani:

1) We are the champion – Queen

2) Azzurro –  Andriano Celentano

3) Medley – Gipsy King

4) I’m – Club Yoko

5) The best – Tina Tuner

6) Salirò – Daniele Silvetri

7) Let’s get Started – Black Eyed Peas

8) Viva la Mamma – Edoardo Bennato

9) Stayin’ Alive – Bee Gees

10) YMCA – Village People

SCARICA TRACCIA AUDIO!

Buon ascolto!

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

DA COSA DIPENDE IL NOSTRO FUTURO?

DA COSA DIPENDE IL NOSTRO FUTURO?

IL NOSTRO FUTURO – TUTTO DIPENDE DAI PENSIERI, DALLE AZIONI E DAI SENTIMENTI CHE ABBIAMO SEMINATO 🔁

“Il giardiniere che non vede crescere le verdure che non ha seminato non si stupisce. Si limita a dire: ‘È normale, vecchio mio. Se non hai avuto il tempo di seminare le carote, non avrai carote. Ma puoi avere insalata. , prezzemolo e ravanello, perché li hai seminati. “🌱

Le persone giudicano correttamente quando si tratta di frutta e verdura.

Ma nel caso del regno morale, psichico, non sanno nulla: immaginano di raccogliere felicità, gioia, pace, seminando violenza, crudeltà, male.

Poiché non hanno compreso l’analogia tra le leggi della natura e le leggi della morale, si meravigliano e si ribellano contro i fallimenti o le perdite subite e si collegano con coloro che, ai loro occhi, ne sono responsabili.

E mieteranno un raccolto meraviglioso: un futuro di luce e di gioia”.🍀🍀🍀

Tratto dagli scritti di Omraam Mikhaël Aïvanhov

Ho ideato per te un percorso TOTALMENTE GRATUITO con il quale potrai iniziare a trasformare ciò che ti rende infelice.

COSA OTTERRAI CON QUESTO PERCORSO E DA CHE COSA E’ COMPOSTO?

  • sono 7 meditazioni brevi (ti prenderanno dai 5 hai 10 minuti circa)
  • ogni giorni ne riceverai 1 via mail
  • sono facili e possono essere ascoltate da chiunque
  • anche se non ci crede, i benefici li potrai notare subito e ulteriori cambiamenti arriveranno nei prossimi giorni
  • ti sentirai più energica/o, rilassata/o, serena/o
  • i tuoi pensieri negativi saranno leggeri come le nuvole
  • i dolori nel tuo corpo si scioglieranno
  • avrai più consapevolezza del “qui e ora”, dell’attimo presente

Per iscriverti GRATUITAMENTE, CLICCA QUI

il cammino della tua consapevolezza

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, allora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

APRI LE FINESTRE QUANDO PIOVE

APRI LE FINESTRE QUANDO PIOVE


Generalmente abbiamo l’abitudine di chiudere le finestre non appena piove…
È un errore che molti di noi commettono. Se piove in un momento in cui non fa freddo, possiamo aprire le finestre per almeno qualche minuto.

La pioggia porta un effetto ossigenante e quindi purifica l’aria della nostra casa, quel “profumo di pioggia” che dobbiamo far entrare nella nostra casa. Quando piove odora di ozono e queste particelle puliscono l’aria della nostra casa.

L’abbiamo annusato tutti.

Poco prima che scoppi un temporale lo sentiamo. È un odore metallico molto caratteristico.

E poi lo diciamo senza alcun dubbio: “Pioverà” L’odore speciale prima della tempesta proviene dall’ozono.

Questa molecola è sempre presente nell’atmosfera, ma la sua concentrazione nelle zone basse aumenta nei giorni di tempesta.

Succede perché i raggi ne favoriscono la formazione. La pioggia è l’elemento purificatore dell’acqua, che purifica, porta via tutto il male …

Sai, quando piove apri le finestre, lascia fluire l’ossigeno, le vecchie energie escono e quelle nuove entrano con la pioggia.

APRI LE FINESTRE QUANDO PIOVE

Questo è un pratico esempio di come possiamo influire attivamente sull’andamento della nostra giornata e sulle nostre emozionie, ma se vuoi approfondire meglio su COME AUMENTARE LE TUE ENERGIE, SENZA FARTI TRASCINARE IN BASSO DA SCHEMI NEGATIVI, alllora non esitare a contattarmi, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

QUANDO I PENSIERI SI AFFOLLANO…STROFINA LE MANI

Spesso ci sentiamo stanchi, spossati, con poca energia, e vorremmo poter ricaricarci facilmente. “Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste” dice Albert Einstein.

QUANDO I PENSIERI SI AFFOLLANO

Lavoro, Famiglia, i conti da tenere,gli acciacchi, il traffico, la casa, varie preoccupazioni e pensieri e chi più ne ha, più ne metta.

Tutto questo grava come un macigno sulla nostra Mente. Molte volte sempra sviggirci tutto di mano, e capita di combinare poco e magari anche fatto male.

Ci mettiamo tutto il nostro impegno ma le Mente è intesata e carica di Stress e Ansia.

Vi propongo un semplice ma efficacissimo esercizio, il consiglio è di provarlo anche se pensi che non serva a nulla, funzionerà lo stesso, e poi mi saprai dire.

Provate questo: QUANDO I PENSIERI SI AFFOLLANO…STROFINA LE MANI

Ogni volta che sentite che ci sono troppi pensieri e non riuscite a fermarli,strofinate entrambe le mani velocemente …fatele scaldare strofinando …e all’improvviso sentireteche la testa si è fermata …l’energia si muove nelle mani.

Anche per le persone che non riescono a dormire – questa è la migliore medicina …meglio di qualsiasi tranquillante.

Basta chiudere gli occhie strofinare le mani …e sentirete che diventano sempre più calde e più calde e più calde- e attraverso lo sfregamento che diventeranno più calde – e attraverso la vostra immaginazione diventeranno ancora più calde.

Quando le mani sono calde …la testa diventa fredda. Queste sono le due polarità.

Le mani dovrebbero essere calde …e la testa dovrebbe essere fredda. Ma quando c’è troppo pensare …la testa sarà calda e le mani fredde. Questo non è salutare.

Si va verso la follia.Verrà un momento in cui la testainizierà a funzionare da sola …senza legami con tutto il corpo.

Questo significa follia:una parte è diventata autonoma …una parte è diventata dittatoriale.

I maestri zen in Giappone continuano sempre a lavorare con le mani.I maestri sufi nei paesi maomettani continuano sempre a lavorare con le mani.

Fare qualcosa con le mani è sempre bello. Porta l’energia della testa nel corpo.

Se continui per anni a lavorare con le mani …diventi senza testa. La parte fisica della testa rimane …ma la parte energetica …la parte pensante …scompare; si diventa senza testa.

(tratto dagli scritti di OSHO)

QUANDO I PENSIERI SI AFFOLLANO

quando i pensieri si affollano

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE – Corpo e Salute

i benefici della meditazione - corpo e salute

Che ci crediate o no, esistono oltre 3.000 studi scientifici sui benefici della meditazione. Alcuni degli studi hanno indicato che meditare anche solo 10 minuti al giorno per un paio di settimane è già sufficiente per iniziare a sperimentare i benefici di questa pratica.

I benefici della meditazione toccano tutti gli ambiti della persona che la Scienza li ha suddivisi i 5 grandi categorie.

Oggi tratteremo CORPO e SALUTE.

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE – Corpo e Salute

La Meditazione riduce il rischio di malattie cardiache e ictus

Le malattie cardiache mietono più vittime rispetto a qualsiasi altra patologia.

In uno studio pubblicato alla fine del 2012, a un gruppo di oltre 200 individui ad alto rischio è stato chiesto di partecipare ad 2 iniziative:

  1. una lezione che promuovevano esercizio fisico e dieta più sana
  2. prendere parte ad un corso di meditazione trascendentale

Nel corso dei 5 anni successivi i ricercatori di guesti gruppi hanno scoperto che coloro che hanno frequentato il corso di meditazione hanno registrato una riduzione del 48% del loro rischio di infarto, ictus e morte.

È stato rilevato come la meditazione abbia “significativamente ridotto il rischio di mortalità, infarto miocardico e ictus nei pazienti con malattia coronarica. Questi cambiamenti sono stati associati a pressione sanguigna più bassa e fattori di stress psicosociali”.

Altre ricerche nello stesso campo hanno portato a conclusioni simili.

La meditazione e la preghiera meditativa contribuiscono a lenire i sintomi della menopausa e della sindrome premestruale

Questa è la conclusione di oltre 20 studi di controllo tratti da PubMed, PsycInfo, e i Cochrane Databases, che hanno coinvolto diverse tecniche di meditazione, preghiera meditativa, yoga e risposta di rilassamento.

Apprendere la meditazione è utile per i pazienti con diagnosi di fibromialgia

In uno studio pubblicato su PubMed, 11 partecipanti che hanno sofferto di fibromialgia sono stati sottoposti a una formazione di meditazione della durata di 8 settimane.

Come risultato, i ricercatori hanno riscontrato un miglioramento significativo dello stato di salute generale dei partecipanti e dei sintomi di rigidità, ansia e depressione.

Miglioramenti significativi sono stati osservati anche nel numero riportato di giorni in cui i partecipanti si sentivano bene e non erano costretti a saltare il lavoro a causa della fibromialgia.

Praticare la meditazione aiuta a prevenire l’asma, l’artrite reumatoide e le malattie infiammatorie intestinali

In una ricerca condotta da un gruppo di neuroscienziati della University of Wisconsin-Madison, due gruppi di persone sono stati esposti a diversi metodi di controllo dello stress.

Alcuni di loro hanno ricevuto una formazione di meditazione, mentre l’altro gruppo ha affrontato una terapia che comprendeva l’educazione alimentare, l’esercizio fisico e la musica.

Lo studio ha concluso che la meditazione era risultata più efficace nell’alleviare i sintomi infiammatori rispetto ad altre attività promotrici del benessere.

Per leggere tutti i benefici, CLICCA QUI

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

I BENEFICI DELLA MEDITAZIONE – Corpo e Salute

LA STRADA DELLA FIDUCIA

È una premessa, un punto di partenza, l’inizio del futuro. Dare fiducia non è una delega, è un progetto di cui ci si assume la piena responsabilità. Un investimento cosciente, impegnativo, da coltivare.La fiducia è creativa, apre la vita, genera speranza, legami, coesione. È il terreno per lo sviluppo umano, il tessuto invisibile di una società sana. Uno speciale a tante voci, buddiste e non, per raccontare da diverse angolazioni qual è la posta in gioco.

LA STRADA DELLA FIDUCIA

Meno di un quarto degli italiani pensa che gran parte della gente sia degna di fiducia e più di quattro italiani
su cinque che «bisogna stare molto attenti». (dati istat 2019)
La fiducia è un orientamento individuale, che però ha conseguenze che vanno ben al di là della sfera individuale. La fiducia è quello che tiene insieme le nostre società.
Il leader Buddista Daisaku Ikeda scrive: «Il primo passo nella vita è credere; tutto parte da questo. Allo stesso modo, nessuna società può esistere senza legami di fiducia».( tratto da: Daisaku Ikeda, La saggezza del Sutra del Loto, vol. 1, Mondadori, 2005, p. 158.)

E poi cita Josè Ortega y Gasset: «Le nostre credenze costituiscono la base della nostra esistenza, il terreno sul quale si dispiega la vita umana». E quindi, quando perdiamo la fiducia o siamo traditi, è come se ci mancasse la terra sotto i piedi. Si restringe il nostro universo e interagire con gli altri diventa più difficile.

La strada della fiducia

È forse per questo che Dante confina nel girone più profondo dell’inferno i traditori, perché chi tradisce la fiducia ci destabilizza e mina le basi della convivenza civile. Cosa può esserci di più grave? La diffidenza è come un virus. Si diffonde velocemente da un cuore all’altro. E si alimenta facilmente tra cuori feriti: quando la nostra fiducia negli altri o nelle istituzioni viene tradita, siamo confortati/e da chi a sua volta diffida. Ed è difficile da curare, impossibile se non riconosciamo di essere malati/e.Tutti e tutte vorremmo vivere in un mondo in cui fosse possibile non dover chiudere la porta di casa.

C’è qualcosa che possiamo fare per costruire un tale mondo?


C’è qualcosa che possiamo fare per contrastare le forze che invece seminano sfiducia?

Riconoscere il “divino” in ogni essere umano è la sorgente del rispetto e della fiducia. È il modo con cui le religioni promuovono la cooperazione tra le persone e la pace.

È la base della pratica e del comportamento umano.

Una fiducia che deriva semplicemente dalle somme che tiriamo sulle nostre esperienze passate è una fiducia
passiva. Ma la fiducia può anche essere attiva.

La fiducia è una cosa che si accumula man mano che si vive. Potete cominciare a svilupparla affrontando qualche piccola sfida nella vostra vita. Ad esempio, se avete l’abitudine di dormire troppo, sforzatevi di alzarvi cin-que minuti prima ogni giorno: sarebbe già un grande risultato.

Questa è la rivoluzione umana; fate che sia la vostra fonte di fiducia. Sfidatevi in qualcosa, non importa cosa. E se nessuno si congratula con voi o vi apprezza, allora fatelo voi: 《Hai fatto bene!》, 《I tuoi sforzi si vedono!》.

LA strada della fiducia

Ricordate che dovete essere voi i migliori amici e alleati di voi stessi.

Naturalmente, non potete sperare di aumentare la fiducia in voi stessi se lasciate che siano gli altri a fare tutto o se non trovate una sfida in cui impegnarvi. La fiducia si costruisce esercitandosi con tutto il cuore. In altre parole, vi sforzate di fare del vostro meglio in ogni cosa, acquisterete abbastanza fiducia da perseverare nei vostri scopi e raggiungere qualsiasi obiettivo.

A sua volta, ciò alimenterà la fiducia. È un processo continuo: credere in se stessi qualsiasi cosa accada e continuare a sfidarsi.

La società è piena di chiacchiere superficiali, le persone si interessano solo di cose banali. È come quando il vento soffia e crea delle onde sulla superficie dell’acqua.Ma non lasciate che eventi superficiali e transitori vi influenzino.

È l’investimento che facciamo e che curiamo passo per passo. La fiducia – quando è attiva – confina e si fonde con la determinazione. Una determinazione non arbitraria, ma basata su una visione della vita più ampia.

Innumerevoli altri uomini e donne hanno percorso una rotta simile. Persone che noi ricordiamo anche se sono state messe in croce dai loro contemporanei. La sorgente di persone di questo tipo non si esaurirà mai. Perché l’avidità e l’animalità hanno bisogno di una causa esterna, di una decisione interiore.

LA STRADA DELLA FIDUCIA – ( tratto da Buddismo & Società 212 )

la strada della fiducia

Se vuoi eliminare ANSIA E STRESS, allora ti potrebbe interessare questo percorso: CLICCA QUI

Se vuoi approfondire altri argomenti, forse ti portrebbe interessare il libro “Il Karma che vorrei” oppure l’E-book “Dalla Paura al Coraggio – I 4 veicoli per liberare la Mente” di Luca Fossati

LA STRADA DELLA FIDUCIA