Una posizione relativamente semplice ma che apporta grandi benefici al nostro corpo è la posizione delle gambe appoggiate al muro, chiamata Viparita Karani in sanscrito. Scopriamola insieme.

Quali sono i benefici?

I benefici della posizione delle gambe appoggiate al muro sono i seguenti:

  • Conferisce sollievo alle gambe stanche e con crampi, favorendo il ritorno venoso e il drenaggio dei liquidi linfatici dagli arti inferiori. 
  • Riduce i sintomi conseguenti alla presenza di vene varicose e insufficienza venosa.
  • Allunga i muscoli del retro delle gambe, del torace e del retro del collo e riduce i sintomi della leggera cefalea. 
  • Calma la mente e riduce l’ansia e lo stress.
  • Migliora la sindrome premestruale e i sintomi della menopausa e se praticata durante il periodo delle mestruazioni, può aiutare a ridurre i crampi addominali. 

Come si esegue?

Per eseguire la posizione delle gambe appoggiate al muro sdraiati a pancia in su con le gambe in alto e completamente appoggiate al muro e un sostegno sotto il bacino. Tieni il sedere contro al muro e le braccia lungo i fianchi. È utile mantenere questa posizione il più a lungo possibile per poterne beneficiare in pieno, ricordandosi di respirare lentamente dal naso, gonfiando bene la pancia ad ogni insiprazione. Per uscire dalla posizione inspira ed espirando piega le gambe e girati su un fianco. Potrai sentire un po’ di formicolio ai piedi, è normale in quanto hai tenuto le gambe sollevate. Muovi le dita dei piedi finchè non ti passa e poi alzati lentamente.


 

PAVANAMUKTASANA – la Posizione del Rilascio dei Venti